Feste e festini, ma dopo cosa ci rimane?

vuoto-ristorante-520[1]

Con l’arrivo della bella stagione, inizia la sequela di Feste e Festini e fin qui nulla di male; Noi comuni mortali, dopo un inverno passato in casa, rinchiusi o sarebbe meglio dire “reclusi”, messi proprio agli arresti domiciliari dal clima invernale, abbiamo  un estremo bisogno di vedere gente, di socializzare.

Bene, eccoci serviti… ogni paese inizia o meglio ha già iniziato dai primi giorni di giugno, la sua serie consecutiva di iniziative… e allora? Dove volete andare a parare, vi starete chiedendo, per voi che avrete la bontà e la pazienza di proseguire nella lettura abbiamo una serie di domande, che vi potrebbero aprire la mente, sorvolando sulla “regolarità” delle norme igieniche delle cucine o dei bar organizzati all’interno di dette festicciole, è del lato fiscale che vogliamo parlare, quanto guadagnano e che fine fanno tutti quei bei soldini? Come mai un comune cittadino deve sottostare a regole ferree, mentre questi soggetti più o meno politici hanno vita facile? Vi siete mai immaginati nei panni di uno qualsiasi dei seguenti esercenti pizzerie, ristoranti, bar ecc., che oltre a dover sopportare un carico fiscale non indifferente, debbono pagare anche, l’affitto dei locali, il costo dei dipendenti (non pensiamo che le feste garantiscano la maternità), la tassa annuale sulla spazzatura, insomma tutte spese di gestione COSTANTI, mese per mese! Stando così la faccenda non vi sentireste un tantinello danneggiati da questa raffica di feste e similari?

A maggior ragione se queste fossero organizzate da partiti più o meno di governo, che sarebbero invece chiamati ad incentivare le attività locali e non certo a farvi concorrenza, come vi sentireste?

Se questi pensano invece di non recare alcun danno semplicemente perché essi si limitano a dare delle semplici autorizzazioni, si domandino è giusto autorizzare una quantità di feste e festini che se sommati tra loro durano anche oltre le 8 settimane spesso consecutive, lo capiscono o no che sono principalmente loro a creare una concorrenza non proprio leale ai ristoratori e non solo per tutto il periodo estivo?

Comunque visto che il nostro scopo non è certo quello di vietare le feste, alcune ormai “storiche”, dall’oggi al domani, sarebbe apprezzabile che chi le organizza fosse tenuto a dare alla festa uno SCOPO SOCIALE ed a rendere trasparente il ricavato, ad esempio, lo Scopo Sociale della festa “X” sarà quello di raccogliere fondi per il progetto “Y“.

Inoltre ci piacerebbe capire quali sistemi si adottano all’interno di queste feste per evitare l’evasione fiscale da parte dei fornitori di merci e fornitori d’opera come ad esempio l’affitto delle attrezzature, gli artisti per spettacoli, ecc.? Avete mai visto un controllo scontrini all’interno di uno di questi recinti? Eppure di esercenti chiusi o multati capita di vederne spesso.

E poi per favore, c’è qualcuno che riesce a spiegarci che senso ha l’andarsi a rinchiudere all’interno di recinti metallici alti non meno di 2 metri? Forse è per per garantire che entrino solo i tesserati, un po come avviene per i circoli che mai farebbero concorrenza a BAR e ristoranti visto il loro puntuale e stringente controllo degli accessi, comunque sia dove ci sono recinti di solito non c’è neppure troppa trasparenza e questo a noi non piace.

Discorso diverso è per le più “democratiche” queste si, Notti Bianche, il perché dovrebbe essere molto facile da intuire, infatti in questo caso sono le stesse attività paesane a realizzare l’evento, mettendo in strada (pagando il suolo pubblico) tavoli e sedie e facendo “a gara” a chi richiama, più clienti, magari anche dando lavoro ad artisti, cantanti e quant’altro serva a vivacizzare la serata con le iniziative più o meno originali, ma quasi sempre con un discreto risultato… quello di soddisfare il cliente (pagante) incrementando l’incasso… ma soprattutto la vita del paese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...