Ma da che parte vogliamo andare?

foto[1]

Ma l’amministrazione e chi per lei l’hanno almeno letta la “mission” di Fabbrica del cittadino? A noi sembra proprio di no!

Ma leggiamola insieme:

Fabbrica del Cittadino attiva la “PARTECIPAZIONE” e risolve i problemi sul territorio mettendo in connessione reale CITTADINO, POLITICA E AMMINISTRAZIONE.

  • Il cittadino suggerisce, propone idee, progetti, segnala problemi, vota, dialoga, commenta, condivide, collabora….PARTECIPA

  • La Pubblica Amministrazione recepisce, dialoga, risponde, pianifica, risolve, utilizza le proposte e le segnalazioni suggerite per gestire, amministrare, sviluppare e migliorare il territorio in maniera più semplice, veloce, moderna, efficace con la collaborazione e la soddisfazione del Cittadino.

    Il progetto promuove un processo di rinnovamento, efficienza e semplificazione, verso la nascita di “Smart city” e verso “un’amministrazione condivisa” tra cittadino politica e amministrazioni territoriali.

Tutto bellissimo, ma non nel nostro comune dove troppo spesso accadono casi di omissione, ovvero accade che i cittadini segnalino un’anomalia o un disservizio e l’amministrazione senza intervenire o forse pensando di essere intervenuta, mette come risolte situazioni ancora in essere.

Lo abbiamo denunciato più volte, ne ha parlato anche la stampa, ma sembra che nessuno abbia imparato la lezione; Almeno a giudicare da ciò che denuncia questa cittadina:

379-1

Questa è la risposta del comune a distanza di una settimana:

379-2b

…distinti saluti, ma allora tutto risolto? Ed invece anche in questo caso sembrerebbe proprio di no, almeno a giudicare dalla parole della cittadina!

379-2

Però fermi tutti, il comune promette di intervenire nuovamente con il fornitore del servizio di spazzamento.

Ma niente da fare la cittadina è costretta ad aprire un nuovo ticket perché come al solito per il comune la pratica è ormai chiusa con il suo bel bollino verde!!

379-3

Ora delle due l’una, o il comune usa con troppa facilità il bollino verde di chiusura della pratica e così facendo prende in giro i cittadini, (abbiamo già verificato almeno 3 casi con testimonianza diretta dei cittadini segnalatori), oppure è il comune stesso ad essere preso in giro dai suoi fornitori, decidete voi a quale delle due risposte dare maggior credito, ma ad oggi le cose stanno proprio in questa maniera.

Noi del M5S di Casciana Terme Lari, con l’aiuto di molti cittadini, siamo stati i fautori della mozione che ha permesso l’attivazione di uno strumento come la Fabbrica del Cittadino e non permetteremo che l’amministrazione continui ad usarlo in modo inappropriato.

Poi per tutti coloro che si sentissero presi per i fondelli e volessero intervenire, alleghiamo Fabbrica del Cittadino Indicazioni operative, ci sono anche delle sanzioni per quei dirigenti di settore che non le rispettano, perciò non fatevi prendere in giro gli strumenti per l’autotutela ci sono tutti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...