Seminano fanghi, serriamo i ranghi!

facebook-il-ruolo-dei-comuni

In questi giorni sulla stampa locale abbiamo letto di una campagna “Liberi dai Fanghi”. Siamo rimasti sorpresi ed un po’ meravigliati dal fatto che alcune voci abbiano più risonanza di altre, perché, quando si tratta di diritti, crediamo fermamente che ciò che conti sia solo il bene comune.

La campagna sui fanghi da depurazione è già partita da mesi, gruppi di cittadini di Peccioli e Casciana Terme Lari si sono attivati da tempo per chiedere chiarezza alle proprie amministrazioni comunali. Presso il protocollo dei due Comuni è stata depositata rispettivamente ad aprile 2016 a Casciana Terme Lari (protocollata) ed a settembre 2016 a Peccioli (prot.n.7393/2016) una  mozione che chiede alle amministrazioni di impegnarsi:

  • Ad inserire negli strumenti di pianificazione urbanistica il divieto di spandimento fanghi in agricoltura in una fascia di rispetto verso le abitazioni di almeno 500 metri, in analogia a quanto già fatto dai Comuni di Gambolò (PV) e Inverno Monteleone (PV) e confermato dalla sentenza del Consiglio di Stato richiamata in premessa.
  • Ad attivarsi presso Provincia e Regione Toscana per avviare in tempi rapidi e urgenti un monitoraggio dello stato dei suoli in tutta la Regione Toscana al fine di avere dati certi sulla potenziale contaminazione da metalli pesanti, diossine ed altri inquinanti, considerando che un simile monitoraggio strutturale, se ripetuto negli anni, potrebbe fornire una base scientifica sul potenziale effetto accumulo di inquinanti nei suoli derivante anche dallo spargimento di fanghi in agricoltura. A livello regionale tale monitoraggio permanente dei suoli potrebbe essere accompagnato da una moratoria sulla creazione di nuovi impianti industriali di trattamento fanghi, dalla promozione dell’autosufficienza regionale nella gestione fanghi, da un piano organico e strutturale di riduzione della produzione annua di rifiuti in Toscana e di creazione di una rete capillare di piccoli impianti di riciclo e riuso, piano che dovrebbe essere ispirato anche alla proposta di legge nazionale Rifiuti Zero depositata e attualmente discussa in Parlamento.
  • Ad attivarsi presso il Governo e i Ministeri competenti affinché prendano a modello ed esaminino la decisione istituzionale del Consiglio della Federazione Svizzera, il quale dal 2003 (in modo progressivo negli anni) ha vietato lo spargimento di fanghi in agricoltura, motivandolo sulla base del principio di precauzione in ambito di tutela della salute e dell’ambiente.

Da settimane stiamo lavorando per l’evento “Dalla terra alla tavola il ruolo dei Comuni” che si terrà il prossimo 24 Novembre presso il Centro Pastorale Madre Teresa di Calcutta – Perignano a cui sono già stati invitati Sindaci e Consiglieri Comunali della Valdera e di alcuni comuni limitrofi, associazioni di categoria e di tutela dell’ambiente.

Confidiamo che l’invito a tale incontro, rivolto anche a tutte le associazioni coinvolte in questa neo nata campagna “Liberi dai Fanghi”, sia accolto con lo stesso entusiasmo con il quale abbiamo appreso del loro impegno sull’argomento, perché, come sappiamo, l’unione fa la forza soprattutto quando si tratta di tutelare la salute e/o il territorio e per farlo ci vogliono sopratutto cittadini consapevoli.

Vi aspettiamo pertanto numerosi sotto un cielo pieno di stelle.

Cogliamo l’occasione per ringraziare Don Armando per l’uso dei locali del Centro Pastorale  Madre Teresa di Calcutta.

A riveder le stelle

Tieniti aggiornato metti mi piace alla pagina Facebook dell’evento, aiutaci a diffondere al massimo questa iniziativa.

volantino-il-ruolo-dei-comuni-29x42

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...