Per l’amministrazione: Adesso siamo veramente alla resa dei conti!!

manager-licenziamento-CORBIS-kZSE--672x351@IlSole24Ore-Web[1]

Il governo deve blindare il diritto di accesso generalizzato ai dati della Pubblica Amministrazione che è stato disciplinato da uno dei decreti della riforma Madia (il D Lgs 97/2016).

Perché lo fa? Per fare i conti con la troppa reticenza, diffusa soprattutto fra le amministrazioni territoriali, come ad esempio il nostro comune di Casciana Terme Lari, a rispondere alle richieste dei cittadini.

Avevamo scritto un’apposita guida per il nostro comune qualche settimana fa, ma finalmente a venire in nostro aiuto è direttamente il ministro della Pubblica Amministrazione Marianna Madia, che ieri ha firmato la versione definitiva del “libretto di istruzioni” del Foia (Freedom of Information Act)

Del quale vi alleghiamo una copia:

MADIA Circolare-2-2017 (documento pdf)

Per fare un esempio: al punto 5. di tale “libretto di istruzioni” si legge che il rispetto dei tempi di decisione In base all’art. 5, c. 6, d.lgs. n. 33/2013, il procedimento di accesso generalizzato si deve concludere con l’adozione di un provvedimento espresso e motivato, da comunicare al richiedente e agli eventuali controinteressati, nel termine di trenta giorni dalla presentazione della domanda.
Nello svolgimento della sua attività di monitoraggio, il Dipartimento della funzione pubblica ha constatato che spesso le amministrazioni vìolano questa disposizione, ignorando il termine di conclusione del procedimento o l’obbligo di adottare un provvedimento espresso adeguatamente motivato.
Al fine di arginare pratiche contrarie al dettato legislativo, occorre richiamare tutte le amministrazioni al rigoroso rispetto del termine di legge sopra indicato.
In proposito, si ribadisce quanto segue:
  • il termine di trenta (30) giorni entro il quale concludere il procedimento non è derogabile, salva l’ipotesi di sospensione fino a dieci giorni nel caso di comunicazione della richiesta al controinteressato (art. 5, c. 5, d.lgs. n. 33/2013);
  • la conclusione del procedimento deve necessariamente avvenire con un provvedimento espresso: non è ammesso il silenzio-diniego, né altra forma silenziosa di conclusione del procedimento;
  • l’inosservanza del termine sopra indicato costituisce “elemento di valutazione della responsabilità dirigenziale, eventuale causa di responsabilità per danno all’immagine dell’amministrazione” ed è comunque valutata “ai fini della corresponsione della retribuzione di risultato e del trattamento accessorio collegato alla performance individuale dei responsabili” (art. 46 del d.lgs. n. 33/2013).

Cari amministratori, trattateli meglio questi cittadini, sia mai che adesso qualcuno pretenda di controllare meglio i motivi che spingono verso certe scelte poco popolari.

Annunci

Una risposta a “Per l’amministrazione: Adesso siamo veramente alla resa dei conti!!

  1. Pingback: Un anno di Foia, un compleanno amaro a Casciana Terme Lari | M5S Casciana Terme Lari·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...