[INCHIESTA PARCHI PUBBLICI] un anno dopo?

<<Un parco giochi è uno spazio attrezzato in cui i bambini possono liberamente giocare. Normalmente sono inseriti all’interno di parchi pubblici. Il parco giochi nelle città moderne tenta di colmare la carenza di opportunità di gioco libero all’aperto ed è anche una prima importante occasione di socialità al di fuori della scuola e di altre attività disciplinate>>.
Questo è quello che si può leggere cercando la parola “parco giochi” su Wikipedia, la più diffusa e famosa enciclopedia collaborativa presente in rete.

Bene, nel nostro comune pare proprio non essere ancora così. I bambini non possono stare liberi giocando in sicurezza e di riflesso i genitori non sono liberi di potersi permettere una minima distrazione.

I parchi gioco stanno diventando quindi sempre più un luogo da evitare?

Abbiamo fatto un giro ad un anno di distanza da una nostra precedente inchiesta, nata da una denuncia di un cittadino che tra le altre cose ha portato ad un terremoto nel settore parchi pubblici.
Lo stato di incuria e abbandono è rimasto il principale biglietto da visita di molti di questi, oltre a ciò resta irrisolto
 l’aspetto della sicurezza degli utenti, con rischi di ricadute di responsabilità sull’amministrazione comunale stessa, il tutto resta un grave gap per l’immagine di un comune che si fregia di essere ad alta vocazione turistica come il nostro.

Vedremo nuovamente la situazione parco per parco, infatti dove l’amministrazione è intervenuta le soluzioni adottate sono comunque sommarie, trattasi infatti di asportazioni di massa dei giochi in condizioni più critiche o che non erano in possesso delle omologazioni o manutenzioni previste per legge, come da nostre segnalazioni, inoltre non in tutti i casi l’amministrazione pare aver provveduto a rimpiazzare il gioco asportato con uno nuovo e nei casi dove lo ha fatto è riuscita ad acquistare delle forniture di “dubbia sicurezza?” come gli scivoli installati a Quattro Strade, Lavaiano e Casciana Terme.

Diventa quindi doveroso sottolineare che la situazione che abbiamo riportato nei dettagli su alcuni parchi, è lo specchio di quella che è la situazione generale. Ovvero sembra quasi che si consideri le attrezzature dei parchi come usa e getta, mentre (ribadiamo) con la dovuta manutenzione si potrebbe allungare la vita dei giochi ottimizzando e ammortizzando maggiormente le spese effettuate per acquistarli. Anche perchè non è corretto sbandierare investimenti di decine di migliaia di euro quando poi più che investimenti sono sprechi causati da una mancata manutenzione negli anni.

Di seguito i parchi portati ad esempio lo scorso anno e ripresi in esame per questo nostro report di verifica:

Aggiungiamo con dispiacere un ulteriore parco:

  • Area Verde in località Sant’Ermo

Potremmo continuare segnalando criticità in altri parchi, come nella nuova piazza Bicchierini a Casciana Terme, ma preferiamo che vada a controllare personalmente anche chi di dovere.

Nei prossimi giorni pubblicheremo il dettaglio con l’aggiornamento dell’inchiesta “un anno dopo?” per ciascuno dei parchi gioco.

Nel frattempo questo è il documento predisposto dal ministero, è un documento veramente semplice e ne consigliamo la lettura anche ai genitori, per i quali contiene validi consigli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...