In cerca di colpevoli?

 

48-img-20150426-wa0003[1]

La giunta comunale con atto n.146 del 12/11/2018 delibera “di autorizzare il Sindaco pro-tempore a costituirsi in giudizio in nome e per conto del Comune di Casciana Terme Lari, al fine di tutelare l’interesse dell’Amministrazione Comunale a seguito dei danni rilevati presso la scuola secondaria di primo grado di Lari “L. Pirandello”.

Cosa è successo?
La giunta, preso atto che le indagini e verifiche svolte a seguito delle lesioni riscontrate nei primi mesi del 2017 (ordinanza 3 del 17/03/2017 del Sindaco: la scuola media Luigi Pirandello viene chiusa per accertamenti tecnici a causa del sollevamento parziale del pavimento nel laboratorio di informatica posto al primo piano) e che i relativi interventi eseguiti sul plesso scolastico L. Pirandello di Lari di recente costruzione hanno comportato un ingente investimento economico da parte dell’Amministrazione Comunale, ha ritenuto di dover dar corso alle azioni tese all’accertamento delle responsabilità legate all’attività di progettazione e alla conseguente richiesta danni, considerando necessario che il Comune di Casciana Terme Lari si costituisca in giudizio al fine di tutelare i propri interessi e le proprie ragioni, così come emerso dagli incontri tenutisi con l’Avv. Altavilla incaricato di verificare vizi e conseguenti responsabilità (det n.573 del 29/12/2017).

Una curiosità riguardo all’incarico all’Avv. Altavilla: stando al curriculum del Sindaco Terreni, potrebbe essere lo stesso studio legale nel quale il nostro primo cittadino ha svolto la pratica forense (allegato curriculum del Sindaco).

Bene, siamo contenti che finalmente l’Amministrazione voglia far chiarezza sulle responsabilità riguardo la Scuola Luigi Pirandello iniziata nel 2008 e non ancora terminata: il verbale di consegna dei lavori è stato redatto il 03/07/2008 ed in data 04/01/2011 sono stati ultimati e consegnati all’Amministrazione ma ad oggi ancora non è stata scritta la parola fine all’annosa vicenda a seguito del verificarsi di alcuni eventi.

Prima dell’ultimazione dei lavori nel 2010, il 02 maggio, sono intervenuti i Vigili del Fuoco che rilevavano la presenza di una frana dell’argine alla cui sommità vi è proprio l’edificio scolastico Luigi Pirandello. Da quanto viene rilevato sul luogo, lo smottamento del versante è dovuto a condizioni meteorologiche avverse e assenza di canalizzazione e raccolta delle acque piovane del terreno dove sorge la scuola in questione, acque piovane che riversandosi sul versante hanno contribuito ad accelerarne l’inconsistenza. I Vigili del Fuoco segnalano inoltre la necessità di effettuare verifiche geologiche tese ad appurare la stabilità della scarpata (sulla quale sorge la scuola) e di effettuare conseguenti lavori di consolidamento o di contenimento con struttura in c.a. al fine di ripristinare le condizioni di sicurezza (come riportato nei documenti pervenuti ad un cittadino grazie all’accesso agli atti tramite FOIA che ha fatto ai VVFF).

A seguito di questo evento il genio civile chiede approfondimenti istruttori e “Considerato altresì che l’Amministrazione Comunale di Lari risulta che abbia affidato un incarico professionale per l’elaborazione di un progetto per gli interventi di sistemazione definitiva della scarpata interessata dai fenomeni di instabilità morfologica verificatisi;rilascia parere positivo in relazione al solo progetto strutturale dell’edificio scolastico.

Il 15/09/2010 le strutture portanti del plesso scolastico vengono collaudate e nel certificato di collaudo si ribadisce che il parere favorevole del genio civile è stato rilasciato viste le integrazioni presentate a seguito dell’evento rilevato il 02 maggio dai VVFF e preso atto che “il Comune di Lari, per quanto di sua competenza, avrebbe provveduto nell’immediato futuro, ad allestire un progetto per migliorare la regimazione delle acque del piazzale della scuola.

A dicembre 2010, con Determinazione del Responsabile del Servizio Tecnico n.190 e n. gen.le 483 venivano affidati all’Impresa SAFAS S.r.l (ditta costruttrice dell’edificio scolastico) i “lavori complementari necessari per la realizzazione di opere di contenimento superficiale e sistemazione delle arginature del versante est dell’edificio scolastico oltre la sistemazione dell’area esterna lungo la via provinciale”, ma a luglio 2011 tali lavori non erano ancora materialmente iniziati.

Nel corso del 2011-2012-2013, sono state rilevate dal Responsabile Unico del Procedimento molte irregolarità e problematiche tecniche nella realizzazione dell’edificio scolastico e dei suoi impianti. La ditta esecutrice risulta inadempiente e negligente sia per quanto riguarda la realizzazione dell’edificio scolastico a regola d’arte sia per quanto riguarda i lavori complementari di consolidamento/contenimento della scarpata. A marzo del 2016 si arriva alla risoluzione per grave inadempimento, gravi irregolarità e grave ritardo del contratto con l’impresa SAFAS srl per la realizzazione della scuola e dei lavori complementari (come riportato nei documenti pervenuti ad un cittadino grazie all’accesso agli atti tramite FOIA che ha fatto all’Amministrazione). I lavori alla scarpata non sono ancora iniziati.

Come già menzionato a marzo 2017, con ordinanza del Sindaco la scuola viene chiusa per accertamenti tecnici a causa del sollevamento parziale del pavimento nel laboratorio di informatica posto al primo piano.

Ad aprile 2017, tramite il Consigliere Regionale Giacomo Giannarelli con alcuni tecnici abbiamo effettuato un sopralluogo sia all’interno che all’esterno del complesso scolastico Luigi Pirandello riscontrando la situazione esposta nel video, effettuato dallo stesso Consigliere Regionale in tale occasione, rintracciabile al seguente link: https://www.facebook.com/GiannarelliGiacomo/videos/1843710359217735/ . Nel video Del Consigliere Regionale si fa cenno a filmati effettuati dai cittadini durante episodi meteorologici intensi, di seguito il link ad uno di essi: https://youtu.be/K5y7x0EpGFk .

A questo punto l’Amministrazione da incarico alla ditta Progetto Prometeo srl di eseguire degli interventi di manutenzione straordinaria su alcuni degli elementi strutturali che compongono l’ossatura portante dell’edificio scolastico in tempi rapidi, dopo aver fatto eseguire verifiche tecniche sulla struttura portante del plesso scolastico (siamo a giugno 2017). I risultati di queste verifiche, hanno infatti evidenziato la reale necessità di intervenire su alcuni degli elementi strutturali che compongono l’ossatura portante del fabbricato.

Per quanto riguarda i lavori alla scarpata ancora non sono iniziati, sono passati circa 7 anni dall’intervento dei Vigili del Fuoco e dalle considerazioni del genio civile per il rilascio del parere favorevole.

A luglio 2018 sempre sullo stesso versante una frana ha coinvolto alcuni contatori del gas e altri servizi, le strade d’accesso alle case sottostanti sono state chiuse al passaggio di veicoli. Sul luogo sono intervenuti sia il sindaco che i carabinieri, oltre ad alcuni proprietari e un tecnico. 

Sicuramente un colpevole c’è, ma in ogni caso questo versante è stato sottovalutato! 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.