Basta TASSE, i rifiuti sono una risorsa

Diamo merito all’amministrazione comunale di aver organizzato un ciclo di assemblee pubbliche per parlare della situazione finanziaria del Comune, degli obiettivi di quest’anno e delle scelte più importanti del bilancio comunale.

Calendario delle assemblee

[gview file=”https://lari5stelle.files.wordpress.com/2013/04/1363960766a3assembleebilancio1.pdf” height=”700px” width=”100%” save=”0″]

I cittadini a 5 stelle di LARI hanno studiato bene l’articolo 14 e successivi della LEGGE 22 dicembre 2011, n.214 detta anche legge “salva italia” ed hanno posto molte domande all’amministrazione su cos’è e come funziona la nuova tassa sui rifiuti, la cosiddetta TARES.

Nei giorni scorsi i Sindaco Mirko Terreni è intervenuto sui giornali denunciando come, per certe tipologie di utenza, la Tares segni aumenti anche del 700% (settecento per cento!), ma siamo sicuri che l’amministrazione non può o potrà fare veramente nulla per i suoi concittadini?

Le nostre perplessità:

Domanda:
La TARES sarà una mazzata per i cittadini con aumenti fino al 700%, come giustamente fa notare il sindaco, perché obbliga il comune a coprire per intero il costo della gestione rifiuti, essendo questa posta in gestione dallo stesso comune ad una azienda privata, la tassa sarà tanto più alta quanto più alta sarà la tariffaria del gestore, allora domandiamo all’amministrazione comunale se non sarebbe il caso di rinegoziare tale convenzione a prezzi più vantaggiosi, solo in tal modo si potrebbe abbassare la tassa ai cittadini, pensate di poter fare una cosa del genere?

Inoltre poiché tutti i comuni della Valdera compreso il nostro hanno una quota di partecipazione nell’azienda privata che gli gestisce il servizio di raccolta e smaltimento, è forse rilevabile un conflitto di interesse? O forse possono usare la posizione di azionisti quale punto di forza per la rinegoziazione,  delle tariffe? 

Risposta:
Non è più possibile contrattare la gestione dei rifiuti perché lo impedisce una legge regionale, che ha istituito gli ATO, nel nostro caso l’ATO Costa.

 

Domanda:
La TARES inoltre porta con se un’ulteriore balzello di 0, 30 euro per metro quadro da applicare su immobili ed aree scoperte, tale tariffa servirà per pagare i servizi indivisibili come ad esempio l’illuminazione pubblica, premesso che tale importo va interamente allo stato, è però concesso al comune di deliberare un aumento di 0, 10 euro per mq voi delibererete l’aumento?

Risposta:
Non applicheremo l’ulteriore aggravio di 0,10 euro. 

 

Domanda:
Se il gestore non ha aumentato le tariffe fin qui applicate al comune, si evince che fino a ieri per coprire l’intero ammontare della raccolta e smaltimento il Comune attingesse ad altre risorse di bilancio, adesso che la TARES obbliga a il  comune a reperire per intero le risorse necessarie tassando i cittadini, le risorse usate in precedenza rimangono nella disponibilità del Comune, che tipo utilizzo verrà fatto di tali risorse?

Risposta:
Le abbiamo indirizzate nell’abbassamento dell’IMU.

 

Altre informazioni
Vogliamo informare tutti i cittadini che si possono ottenere delle agevolazioni in situazioni particolari, ma solo facendone pronta richiesta, ad esempio:

  • Richiedendo al comune il biocomposter riduzione -20%
  • Utenze domestiche ad oltre un Km dal cassonetto riduzione del -30%
  • Abitazione tenuta a disposizione per uso stagionale o uso limitato o discontinuo riduzione -20%
  • Conferimento rifiuti all’isola ecologica in proporzione alla quantità conferita. (al momento Lari non ha un’isola ecologica)
  • proprietario/utente facente parte di un nucleo familiare con portatore di handicap grave individuato e certificato dalla autorità sanitarie locali competenti ai sensi della L.n.104/92, oppure un non vedente ai sensi della L.n.508/88; oppure un invalido con invalidità al 100% riduzione  -70%
  • proprietario/utente facente parte di un nucleo familiare composto esclusivamente da persone di età non inferiore ad anni 65 (compiuti al 31 Dicembre dell’anno della richiesta) riduzione -70%
  • per famiglie con ISEE fino al massimo di 15.000 Euro (riduzione proporzionale)

Alleghiamo schema di simulazione con confronti fra TARES e vecchia TARSU la colonna a destra di colore giallo da l’entità dell’aumento o dello sgravio

Poi un grande rammarico, erano pochissimi i cittadini “comuni” intervenuti alle serate alle quali abbiamo partecipato, si potevano contare sulle dita di una mano, sarà per colpa della poca voglia di partecipare al proprio futuro? o forse per la totale e piena fiducia riposta nell’amministrazione comunale in carica? o forse è qualcosa di ben peggiore, la massiccia perdita di ogni speranza e fiducia nella politica, così come fino ad oggi l’hanno conosciuta? qualunque sia il motivo noi saremo qui a vigilare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.